Come riconoscere una carnagione vascolare? Impara le tue capacità e le tue modalità di cura.

Le teleangectasie sono dilatazioni innocue di piccoli vasi ematici (venule, capillaried arteriole), visibili oltre l’epidermide. Le teleangectasie si presentano come superficiali arborescenze sinuose, dal colorito rosso-bluastro, spesso conseguenza di turbe cutanee di natura infiammatoria degenerativa: non a caso, le teleangectasie rappresentano un disturbo frequente nelle dermatosi.

L’acne rosacea è una malattia infiammatoria cronica della pelle, che colpisce prevalentemente soggetti adulti, con carnagione e capelli chiari (per questo è conosciuta anche come la “Maledizione dei Celti”). L’esordio della patologia dermatologica è accompagnato da un arrossamento localizzato principalmente su guance, naso, mento e fronte.

La struttura della pelle

Un organo dinamico, che cambia costantemente, la pelle consiste di tre strati principali – l’epidermide, il derma e il sottocute – ognuno dei quali è costituito da numerosi sottostrati. Le appendici della pelle – come i follicoli piliferi e le ghiandole sebacee e sudoripare – giocano inoltre un ruolo importante nel suo funzionamento generale.

Il colore della pelle scaturisce dalla somma di tre colori: il grigio, tipico della cheratina dello strato corneo, il bruno della melanina e il rosso del sangue che circola nel derma.
La superficie della pelle presenta pieghe e rilievi, e tanti piccoli fori. Questi ultimi sono di due tipi: l’ostio follicolare, visibile ad occhio nudo, che costituisce lo sbocco all’esterno dei follicoli pilo-sebacei, e il poro sudorale, molto più piccolo e non visibile, sbocco delle ghiandole sudoripare.
La cute è costituita da un insieme di tre tessuti, disposti uno sull’altro, con differenti caratteristiche e funzioni:

  • epidermide
  • derma
  • ipoderma
carnagione-vascolare

Perché appare la teleangiectasia

  • Molte persone sono inclini a credere che la causa dello sviluppo della telangiectasia sia lo squilibrio ormonale. L’effetto degli ormoni sui vasi sanguigni spiega l’alta percentuale di occorrenza di tali formazioni in donne in gravidanza o in donne in travaglio. Le vene del ragno appaiono spesso in individui che assumono farmaci ormonali (corticosteroidi o contraccettivi orali).
  • C’è una teoria che alcuni disturbi dermatologici come la dermatite da radiazioni, la rosacea, la xeroderma pigmentosa, il carcinoma basocellulare della pelle o altre malattie croniche possono diventare uno sfondo favorevole per l’espansione delle pareti vascolari. Varie patologie del sistema cardiovascolare, accompagnate dalla sconfitta di vasi di piccolo calibro, possono causare la comparsa di teleangectasie. Ad esempio, in caso di malattia varicosa o malattia di Raynaud, quasi il 100% dei pazienti sviluppa reti vascolari.
  • La telangiectasia può anche apparire in persone perfettamente sane sotto l’influenza di fattori avversi esterni. Questi includono: prolungata esposizione ai raggi UV (al sole o in un solarium), sbalzi di temperatura improvvisi, debolezza dell’atassia, ipo e avitaminosi, contatto con agenti cancerogeni, esercizio eccessivo, fumo e abuso di alcol.

Come vengono trattate le teleangectasie

In molti casi, le teleangectasie sono innocue e costituiscono solo un problema estetico. Da lontano, le aree affette della cute somigliano a delle ecchimosi e la struttura ramificata dei piccoli vasi diventa visibile solo quando la si osserva da vicino. Se questi piccoli vasi risultano molto fastidiosi, sono disponibili vari metodi di rimozione:

  • laserterapia
  • scleroterapia

Metodi tradizionali di trattamento

  • È necessario spremere il succo da 4-5 cucchiai. bacche di mirtilli, immergerli in uno strato di 4 strati di garza e attaccarli alla zona interessata del viso fino a completa asciugatura. Dopo aver rimosso la lozione lavare con acqua tiepida;
  • La soluzione achillea si è dimostrata valida. Per cucinare è necessario preparare 2 cucchiai. fiori secchi con un bicchiere di acqua bollente e preparare per 20 minuti. Il liquido risultante viene utilizzato per lozioni;
  • Per curare la rosacea utilizzare succo di cavolo bianco, che dovrebbe impregnare salviette di garza e applicare sulla pelle del viso per 10 minuti. Il corso del trattamento prevede 25 procedure da svolgere ogni due giorni.

Come trattare l’acne rosa sul viso, se non c’è tempo per fare la lozione? Puoi fare un decotto di ortica dioica. Per fare questo, 2 cucchiai. foglie, versare 400 ml di acqua bollente e insistere per 2 ore. Prenda la soluzione dovrebbe essere 100 ml prima dei pasti 3 volte al giorno per un mese.

Trattamenti cosmetici

Com’è noto, in base alla legislazione sanitaria italiana, i prodotti cosmetici utilizzati nel trattamento della couperose non possono agire direttamente sulla circolazione, perché, per definizione, un cosmetico non ha potenzialità terapeutiche.
I cosmetici impiegati nel trattamento della couperose, pertanto, dovranno contenere ingredienti in grado di esercitare un’azione lenitiva, disinfiammante e disarrossante. A questo proposito particolarmente utili risultano i rimedi di origine naturale. Particolarmente utili sono anche i cosmetici preparati con acque termali dall’azione calmante per la cute infiammata e arrossata.

Sending
User Rating 0 (0 votes)

Sono specializzato in diete che includono sia la riduzione del peso che la dietoterapia nelle singole malattie.Ogni piano di alimentazione è attentamente pensato e adattato individualmente allo stile di vita, alle esigenze e alle preferenze di gusto. Il punto di riferimento nello sviluppo del piano è un dettagliato colloquio medico-nutrizionale e l'analisi della composizione corporea. Sono anche interessato a nuovi integratori alimentari.

We are using cookies on our website

Please confirm that you accept our Privacy Policy. Privacy Policy